Dragon Age II

24lokma.png

 

Genere:

Gioco di ruolo

Editore:

Bioware

Data di uscita:

11 Marzo 2011

 

Parola chiave:

“Campione”

 

Il Gioco

Dopo il successo di Dragon Age Origins ecco arrivato il tanto ambito seguito che vede come protagonista Hawke, profugo/a della città di Lothering (la prima a bruciare per mano della prole oscura in Dragon Age Origins) nel Ferelden si rifugia con la famiglia nella città di Kirkwal, dove si cova un profondo rancore tra maghi e templari.. Dragon Age II si svolge in primis parallelamente a Dragon Age Origins poi in seguito, il protagonista di questa storia è Hawke che è rigorosamente umano ma che potremo scegliergli la classe, mago, ladro o guerriero, consiglio di impostarlo come mago, perchè essendo la storia centrata sui dissidi tra maghi e templari, ci si sentirà presi in parte in molte occasioni. Dragon Age II si differenzia sotto molti aspetti dal suo predecessore, la grafica migliora e prende un aspetto più dark, il sistema di combattimento è centrato completamente sul protagonista a differenza del suo predecessore dove potevamo, premendo :lt: , giocare nei panni degli alleati del protagonista durante gli scontri, migliora il sistema di gestione dei personaggi secondari alleati di Hawke che quando il nostro personaggio scorrazza libero per Kirkwal potremo fare visita a ognuno di loro nella sua dimora per una missione o anche solo due chiacchere. Purtroppo presenta, a mio modesto parere due ENORMI difetti:il primo è per quanto riguarda il sistema tecnico dei dungeon essendo sempre gli stessi solo con qualche piccolissima variazione, una porta in più o in meno che nella mappa viene differenziata sotto forma di un muro dove non dobbiamo andare.. Il secondo invece è il completo rinnovamento in positivo dell’aspetto fisico degli Quinari, che nel precedente capitolo assomigliano alla razza umano e nel secondo sembrano più che altro dei demoni dalla carnagione bianca, con corna e tutto. Come per il capolavoro della Bioware, Mass Effect, anche Dragon Age II si basa su un sistema di scelte che influenzerà la storia, il comportamento di Hawke e la sua reputazione agli occhi dei cittadini del Kirkwal che un giorno, lo proclameranno loro campione. In un’analisi generale Dragon Age II è un buon seguito di Dragon Age Origins ma anche se la struttura del gioco è decisamente migliorata presenta qualche pecca come: la lingua rimane sempre l’inglese sottotitolato in italiano, i dungeon hanno poca variabilità e si assomigliano tutti e la storia non supera la bellezza e l’emozione che da al giocatore giocare al primo capitolo della saga, forse il problema sta nel fatto che Hawke è poco personalizzabile, sia come razza che come aspetto fisico quindi il giocatore non riesce a integrarsi completamente nel proprio avatar di gioco, tuttavia gli alleati sono più descritti e meglio integrati nelle vicende del gioco, con dialoghi divertenti e in situazioni serie dandogli un aspetto più indipendente che semplici gregari come per Dragon Age Origins.

35i0rpk.jpg
143fbb.jpg
35i0rpk.jpg

+1:

1) Hawke, bel personaggio principale;

2) Alleati interessanti e ben descritti;

3) Storia ben curata;

4) Grafica migliorata.

-1:

1) Dungeon PESSIMI;

2) La storia non supera il suo predecessore come interesse e bellezza.

 

Conclusione:

 

Voto 7.0

 

Scritto in esclusiva per xboxitalia.net da Stefano “Stephiroth1987” Turrini